Gli ERP e la conoscenza contabile



Assegnista: dott. Massimo ALBANESE (e.mail: albanese@economia.unige.it, tel.: +39 010 209 5019)
Responsabile scientifico: prof. Alberto QUAGLI

Descrizione: L’incessante evoluzione dell’ICT ha comportato e comporta la continua crescita del livello di automatizzazione di larghissima parte dei processi aziendali. Nel caso degli Enterprise Resource Planning (ERP) Systems, lo sviluppo tecnologico ha potenziato a tal punto le capacità dei software da rendere le competenze umane, poiché incorporate negli applicativi, quasi irrilevanti. Questa dinamica determina, con particolare riferimento ai moduli degli ERP riguardanti le attività contabili, un progressivo svuotamento della conoscenza contabile o, meglio, un ridisegno del perimetro dei soggetti chiamati a mantenere questo tipo di conoscenza. Infatti, la completezza dei modelli contabili e il livello di prescrittività degli ERP alimentano il passaggio delle conoscenze degli operatori da conoscenze di tipo know why, che prevedono la conoscenza della logica alla base delle rilevazioni contabili, a conoscenze di tipo know how, vale a dire una conoscenza riferibile a un uso corretto del programma ma acritica. Lo scopo del progetto di ricerca è quello di indagare i nuovi “perimetri” della conoscenza contabile nell’ambito degli Enterprise Resource Planning systems e di analizzare il ruolo dell’accounting education in questi scenari.


Business Model e financial reporting


Assegnista: dott.ssa Costanza DI FABIO (e.mail: difabio@economia.unige.it, tel. +39 010 209 5272)
Responsabile scientifico: prof. Alberto QUAGLI

Descrizione: Lo standard contabile IFRS 9, che verrà applicato in Europa a partire dall’esercizio 2018, richiede che la classificazione e la valutazione dei financial asset avvengano “based on the business model”. L’intervento rappresenta un passo verso un sistema di reporting che rappresenti la realtà aziendale “through the eyes of management”. Tuttavia il concetto di business model non è definito dallo standard setter, che lascia spazio alla soggettività dei preparer, ed è sostanzialmente scoperto nell’ambito della letteratura di accounting. Il progetto intende approfondire la declinazione del business model in accounting; in particolare, s’intende comprendere come, sulla base dell’informativa rilasciata dalle entity, si possano individuare differenti business model e se vi siano associazioni tra questi e i dati di bilancio di un campione europeo. Il progetto presenta caratteri di rilevanza per i preparer e gli organismi europei.


Banca e finanza a Genova tra XIX e XX secolo


Assegnista: dott. Luciano MAFFI (e.mail: luciano.maffi@economia.unige.it; tel. +39 010 209 5274)
Responsabile scientifico: prof.ssa Maria Stella ROLLANDI

Descrizione: In età liberale l’élite finanziaria genovese gioca un ruolo di primo piano nello sviluppo economico italiano. Pur delineando un efficace quadro di riferimento, sino ad oggi la letteratura storico-economica, condizionata dalla tipologia di informazioni accessibili, ha lasciato in ombra aspetti nodali delle problematiche affrontate. Il riordino di alcuni fondi conservati presso il Centro di studi e documentazione di Storia economica “Archivio Doria” del Dipartimento di Economia consente di avviare un’indagine approfondita finalizzata a colmare in parte tali lacune. A partire dallo studio delle fonti citate, l’assegno di ricerca svilupperà in termini innovativi l’analisi di queste tematiche, in particolare approfondendo le strategie di investimento di importanti gruppi familiari e come esse si coniughino con le dinamiche economiche nazionali e internazionali del periodo.


La riforma dei modelli di governo dei servizi socio-sanitari


Assegnista: dott.ssa Cinzia Maria Rita PANERO (e.mail panero@economia.unige.it; tel. +39 010 209 5613)
Responsabile scientifico: prof.ssa Mara ZUCCARDI MERLI

Descrizione: Negli ultimi anni i sistemi sanitari regionali sono stati oggetto di vari interventi legislativi, volti a ridisegnare i modelli di governo. Ne sono un esempio la Lombardia (LR 23/15), la Toscana (LR 84/15), il Veneto (LR 19/16) e la Liguria (LR 17/16, LR 27/16 e DGR (7/17). I principi ispiratori di queste riforme sono la ricerca di maggiore efficienza nella gestione e appropriatezza nella soddisfazione dei bisogni della popolazione. Il progetto si propone di: - effettuare l'analisi comparata dei modelli di governo derivanti da queste riforme anche con riguardo a esperienze internazionali, individuandone i caratteri innovativi, con riferimento all'integrazione delle funzioni sanitarie e socio-sanitarie in un'ottica di gestione per processi di cura e valutandone l'impatto su qualità, equità e sostenibilità del sistema; - diffondere i risultati della ricerca anche tramite lo sviluppo di attività di e-learning.


Regolamenti di Ateneo sugli assegni di ricerca
Per informazioni:
Viviana PASTORINO
Tel. + 39 010 209 5232
E.mail: ricerca@economia.unige.it